INFANZIA: MONS. TOMASI (NUNZIO ONU), L’AZIONE DELLA CHIESA PER TUTELARLA

"Ogni 5 secondi, un bambino muore come risultato di malattie che si possono prevenire o trattare e di malnutrizione. Sono milioni i bambini a cui non è permesso di nascere. Circa 200 milioni di bambini sono costretti a lavorare, e metà di questi in condizioni che mettono a rischio la loro salute e la loro vita": sono alcuni dei dati presentati questa mattina in Vaticano dall’arcivescovo Silvano Tomasi, Nunzio apostolico e Osservatore Permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite e le altre Organizzazioni internazionali a Ginevra, a proposito delle violazioni dei diritti dell’infanzia. Il tema è affrontato nella XIX Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio per la Famiglia, che si concluderà domani e a cui partecipano alcune centinaia di ecclesiastici, studiosi, esperti, operatori pastorali. Tra le informazioni fornite da mons. Tomasi ci sono anche le seguenti: "Cento milioni di bambini non hanno accesso all’educazione, e due terzi di questi sono bambine. 270 milioni di bambini non hanno accesso a cure mediche". Mons. Tomasi ha sottolineato che "da sempre la Chiesa si è impegnata nel mondo dell’infanzia con il suo insegnamento e con la sua azione caritativa". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy