FRANCIA: LETTERA DELLE COMUNITÀ CRISTIANE DI SAINT-ETIENNE AGLI "AMICI MUSULMANI"

Tutta la solidarietà dei rappresentanti delle comunità cristiane di Saint-Etienne ai "nostri cari amici della comunità musulmana" che sono stati vittime nella notte tra il 7 e l’8 febbraio di un attacco razzista da parte di sconosciuti. Iscrizioni razziste e anti-musulmane sono state scoperte ieri mattina sui muri della grande moschea di Saint-Etienne che è in corso di costruzione. Iscrizioni ingiuriose come "La Francia ai francesi", "Nessun arabo qui" e ancora "Heil Hitler". "Noi, rappresentanti delle comunità cristiane – si legge nella lettera – desideriamo esprimervi tutta la nostra indignazione". "Credendo che Dio è venuto a piantare la sua tenda tra gli uomini, siamo particolarmente sensibili all’importanza e al rispetto dei luoghi di culto. Per questo ci rammarichiamo per l’odio, la stigmatizzazione e gli anatemi ingiustificati che mirano soltanto a rafforzare un clima di sospetto e sfiducia per l’altro. Vi ribadiamo la nostra convinzione che è possibile vivere insieme e partecipare alla costruzione di una società attraverso la ricchezza delle nostre differenze". "Vi diamo dunque il nostro benvenuto perché al più presto possiate inaugurare la Grande Moschea". La lettera porta la firma del vescovo di Saint-Etienne, mons. Domenique Lebrun, del vescovo di Algeria mons. Paul Desfarges e dei rappresentanti ortodossi e protestanti. ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy