TERREMOTO HAITI: CARITAS ITALIANA, 1 MILIONE DI EURO PER PRIMA FASE AIUTI (2)

Sono stati attivati altri 6 centri per la distribuzione di medicinali e per facilitare misure di prevenzione e di igiene. La Caritas ha riaperto un reparto presso l’ospedale Nostra Signora di Lourdes, dove opera un team medico con un chirurgo generale, un chirurgo ortopedico, un anestesista, infermieri e tecnici. Ci sono ancora molte persone che necessitano cure, anche nelle aree rurali intorno alla capitale. Se ne calcolano 20.000 solo nella zona di Jeremie e Grand Anse. La distribuzione di acqua è già avviata. In particolare la Caritas ha installato 4 cisterne per l’acqua potabile a Saint Marie, Carredoux, Delmas 32 e presso l’ospedale San Francesco di Sales. Un impianto di potabilizzazione della capacità di 2000 litri l’ora è stato installato a Leogane e Gressier. Si sta anche provvedendo all’allestimento di duemila servizi igienici. Durante la riunione del Consiglio delle Nazioni Unite la scorsa settimana a Ginevra, la Caritas, insieme ad altri 8 organismi cattolici, ha inoltre raccomandato "massima attenzione e monitoraggio sul rispetto dei diritti umani, con particolare riguardo alle donne e ai bambini". La sfida più impegnativa resta però quella dei prossimi mesi e dei prossimi anni: restare accanto alla popolazione per aiutarla a ricostruire.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy