LAVORO: EUROSTAT, 23 MILIONI DI DISOCCUPATI NELL’UE27. UN GIOVANE SU CINQUE SENZA IMPIEGO

Nella zona euro (16 paesi che adottano la moneta unica) il livello di disoccupazione si è assestato a fine 2009 al 10,0%; nell’Ue27 il dato è al 9,6%. "Si tratta – conferma Eurostat – del dato più elevato dal 1998 per la zona euro e dal 2000 per l’intera Unione". Il numero complessivo delle persone senza impiego ha superato così la soglia dei 23 milioni, mentre un anno prima i disoccupati erano 18 milioni. Dal documento presentato oggi a Bruxelles figura che i paesi con un mercato del lavoro più colpito dalla crisi sono Lettonia (22,8%) e Spagna (19,5%); quelli in cui la situazione appare meno compromessa sono Paesi Bassi (4,0%) e Austria (5,4%). I maggiori aumenti di disoccupazione si registrano nei paesi dell’est e specialmente nelle repubbliche baltiche, mentre il problema si attenua in Germania, Lussemburgo e Belgio. Sempre alla fine del dicembre scorso il tasso di senza impiego era del 10,0% anche negli Stati Uniti. Per quanto riguarda i giovani con meno di 25 anni, il livello di disoccupazione è salito al 21,4% nell’Ue27, con dati particolarmente elevati in Estonia, Irlanda, Francia, Italia, Ungheria, Lettonia, Slovacchia e Svezia.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy