CONSIGLIO PERMANENTE CEI: COMUNICATO FINALE, "EDUCARE È POSSIBILE"” “

Educare oggi è ancora possibile a dispetto di "un contesto culturale che sembra essersi troppo in fretta congedato da questa possibilità". Ne sono convinti i vescovi italiani per i quali "un rinnovato dinamismo educativo è quanto di più necessario si avverte oggi in ambito ecclesiale e nei contesti più attenti della società civile". Nel documento finale del Consiglio permanente della Cei, diffuso oggi, i vescovi si dicono persuasi che "che gli Orientamenti pastorali del prossimo decennio – la cui prima bozza è stata attentamente vagliata ed emendata – potranno costituire un’utile traccia per realizzare questo compito prioritario della comunità ecclesiale". A tutti "è chiaro che educare non significa automaticamente evangelizzare. Sono peraltro innegabili alcuni punti di contatto e resta pur sempre vero che l’educazione cristiana rappresenta il compimento di qualsiasi crescita umana". Nel comunicato si sottolinea che "la dimensione relazionale è ciò che consente di andare al di là di una formazione strumentale o di un generico indottrinamento: infatti, ciò che fa la differenza è la qualità della testimonianza. È stato perciò ribadito che non basta richiamare i valori, ma occorre farne personale esperienza".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy