BENEDETTO XVI: ALLA ROTA ROMANA, "LA GIUSTIZIA È INSEPARABILE DALLA CARITÀ"

"Non solo la giustizia non è estranea alla carità, non solo non è una via alternativa o parallela alla carità: la giustizia è ‘inseparabile dalla carità’, intrinseca ad essa": lo ha detto oggi il Papa nel discorso rivolto ai componenti del Tribunale della Rota Romana, ricevuti in udienza in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Giudiziario. Nella parte introduttiva del discorso Benedetto XVI ha affermato: "Occorre prendere atto della diffusa e radicata tendenza, anche se non sempre manifesta, che porta a contrapporre la giustizia alla carità, quasi che una escluda l’altra. In questa linea, riferendosi più specificamente alla vita della Chiesa, alcuni ritengono che la carità pastorale potrebbe giustificare ogni passo verso la dichiarazione della nullità del vincolo matrimoniale per venire incontro alle persone che si trovano in situazione matrimoniale irregolare. La stessa verità, pur invocata a parole, tenderebbe così ad essere vista in un’ottica strumentale, che l’adatterebbe di volta in volta alle diverse esigenze che si presentano". Il Papa ha poi notato un altro aspetto problematico: "Il Diritto Canonico, a volte, è sottovalutato, come se esso fosse un mero strumento tecnico al servizio di qualsiasi interesse soggettivo, anche non fondato sulla verità". Invece, ha poi notato, "nella Chiesa l’attività giuridica ha come fine la salvezza delle anime". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy