GIORNATA MONDIALE DEI MIGRANTI: LE PROPOSTE DI SANT’EGIDIO

Mentre sono in corso in tutta Italia iniziative per "ricominciare a vivere insieme", anche per reagire ai fatti di Rosarno, la Comunità di Sant’Egidio – alla vigilia della Giornata mondiale dei Migranti di domenica prossima – lancia una serie di proposte per favorire l’integrazione dei minori stranieri presenti sul nostro territorio. Queste le proposte: "Che si attribuita la cittadinanza, al momento della nascita, al bambino nato in Italia da genitori stranieri già regolarmente soggiornanti, i quali mostrino in concreto di volersi inserire nella società italiana. Che al positivo inserimento del minore nel nostro paese, anche se nato all’estero, corrispondano adeguate modalità di attribuzione della cittadinanza, già prima del compimento della maggiore età", rendendo disponibili "procedure opportunamente agevolate di naturalizzazione nei primi anni dell’età adulta per coloro che siano comunque giunti durante la minore età in Italia. Che a coloro che diventano cittadini non venga anacronisticamente imposta la rinuncia alla cittadinanza di origine, salva la ricorrenza di imperiose, specifiche ed eccezionali esigenze di politica estera e di interesse nazionale. Che ai giovani vissuti in Italia sin dalla tenera età, ma già divenuti maggiorenni sotto il vigore della legge n. 91/1992, sia transitoriamente consentito di valersi delle nuove regole di acquisto della cittadinanza durante la minore età". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy