ROSARNO: AQUILANTE (CHIESE EVANGELICHE), "STRADA CIECA E PERICOLOSA"” “

” “"Sull’immigrazione l’Italia ha imboccato una strada cieca e pericolosa. I fatti di Rosarno dimostrano ancora una volta che il rifiuto da una parte di riconoscere la realtà dell’immigrazione e dall’altra di promuovere la regolarizzazione di chi vive e lavora in Italia, alimentano razzismo, violenza e sfruttamento". Lo afferma il presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), pastore Massimo Aquilante, in una dichiarazione rilasciata alla agenzia "Nev" dopo i fatti di Rosarno. "Le violenze razziste di chi spara sui lavoratori immigrati evocano scenari inquietanti e chiamano il governo, il parlamento, le forze sociali e la società civile ad assumersi le loro responsabilità, ciascuno per la propria parte e le proprie competenze". Come chiese evangeliche ribadiamo il primato della dignità umana e dell’integrazione all’interno di una società che deve riconoscere diritti e doveri di chi vive e lavora nel nostro paese. Riteniamo inoltre che i recenti provvedimenti in materia di immigrazione sta generando frutti avvelenati". "Per questo – conclude Aquilante – auspichiamo che il Governo apra un tavolo di confronto con le forze sociali, l’associazionismo e le comunità di fede. E’ solo con un patto di nuova cittadinanza che coinvolga, riconosca ed impegni gli immigrati che l’Italia potrà affrontare la grande sfida che le sta di fronte".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy