TURCHIA: ANNO PAOLINO. MONS. PADOVESE (VESCOVI TURCHI), "PASQUA CON I PELLEGRINI"

Saranno riti pasquali vissuti con tanti pellegrini, "come mai si erano visti in questa terra", quelli che si aprono oggi a Tarso e nelle chiese turche. "L’Anno Paolino – dice al Sir – mons. Luigi Padovese, vicario apostolico di Anatolia e presidente dei vescovi turchi – fa registrare un flusso continuo di pellegrini che arrivano da tutto il mondo qui a Tarso non tanto per vedere quanto per pregare. E questo è notato dalla popolazione locale e dalle autorità. La presenza dei pellegrini sta dando ai musulmani una immagine dei cristiani e del mondo occidentale diversa da quella che tante volte offrono i media". Mons. Padovese non nasconde la speranza che "nelle prossime settimane si possa avere anche la risposta definitiva e positiva dalle autorità turche per la disponibilità in affitto della chiesa a Tarso". Come è noto a Tarso vi è una chiesa cristiana trasformata in museo. Per questo Anno paolino le autorità ne hanno permesso l’uso temporaneo gratuito. "Il nostro desiderio – dice il vescovo – è che a Tarso vi sia una vera chiesa dove i cristiani possano pregare. Sarebbe positivo anche per la Turchia e per le aperture che sembra voglia dare. Speriamo che i pellegrinaggi proseguano anche dopo: la Turchia è nota per le sue bellezze artistiche e ora anche per quelle religiose. La Turchia, grazie a san Paolo, a Maria, agli apostoli che l’hanno evangelizzata è anch’essa Terra Santa".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy