TERREMOTO IN ABRUZZO: MONS. GIULIODORI (MACERATA), "ACCOLTE LE MONACHE DI PAGANICA"

Le monache di Paganica sopravvissute al crollo del convento durante la scossa di terremoto di domenica notte in Abruzzo sono ora accolte nel monastero francescano della diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia. Lo ha detto oggi il vescovo mons. Claudio Giuliodori, durante l’omelia della messa crismale nella cattedrale di San Giuliano a Macerata. Mons. Giuliodori ha ricordato le vittime e le popolazioni colpite dal terremoto: "Ci stringiamo tutti attorno a loro e partecipiamo al lutto per le persone scomparse, alla sofferenza di chi è ferito, al dramma di chi è trovato all’improvviso senza casa e privato di tutto. E’ una Pasqua speciale per gli abitanti della provincia dell’Aquila, impensabile e piena d’angoscia ma forse per questo più vera e sentita". Il vescovo di Macerata ha espresso particolare vicinanza "alle suore clarisse di Paganica, la cui Badessa, madre Gemma Antonucci, ha perso la vita nel crollo del convento. Suor Gemma proveniva dal monastero delle clarisse di Pollenza, dove ha vissuto per 27 anni, e ora le monache di Paganica sopravvissute al crollo sono state accolte in questo monastero francescano della nostra diocesi. Ieri sono stato a trovarle per esprimere a nome di tutta la Chiesa diocesana il nostro affetto e la nostra partecipazione al loro dolore".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy