TERREMOTO IN ABRUZZO: LA SOLIDARIETÀ DELLE DIOCESI (3)

Auguri con un pensiero rivolto ai terremotati d’Abruzzo anche dal vescovo di Crema, mons. Oscar Cantoni che scrive: "Pasqua è la vittoria della vita, è l’affermazione che le forze travolgenti del terremoto saranno superate dalla nostra sovrabbondanza nell’amore". Il vescovo esorta a non restare "indifferenti davanti al clima di distruzione e di morte che ha colpito i nostri fratelli dell’Abruzzo". Situazioni reali che per mons. Cantoni "vanno rielaborate alla luce della fede. Come cristiani abbiamo il dovere di affermare che nulla ci può impedire di soffocare la speranza". Da qui l’invito a "utilizzare le possibilità economiche, personali e familiari, come un mezzo per amare di più, un segno di vera fraternità". Sulle sofferenze di questi giorni "si erge la croce di Cristo che le ha prese su di sé con atto di amore per riscattarle dalla terribile condizione di ‘non senso’", afferma l’arcivescovo di Udine, mons. Pietro Brollo. "L’amore, ricevuto e donato, è quindi la condizione necessaria che ci permette di affrontare tutti gli ostacoli". Attivo anche il Movimento dei Focolari che ha istituito una colletta. Della comunità del Movimento in Abruzzo sono tutti salvi, anche se c’è chi ha perso casa e beni. "Dalle comunità di tutto l’Abruzzo e di Italia sono giunte case messe a disposizione degli sfollati, alloggi, denaro. Si vive l’esperienza di un’unica famiglia che vive, prega e soffre".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy