DIOCESI: MONS. MONDELLO (REGGIO CALABRIA), SOLIDARIETÀ AI "FRATELLI" ABRUZZESI

"In questo giorno, specialmente noi che portiamo nel Dna storico della nostra terra e della nostra vita i segni del disastroso evento di cento anni or sono, non possiamo non ricordare all’inizio di questa solenne celebrazione il drammatico terremoto che ha colpito, nella notte tra la Domenica delle Palme e il Lunedì Santo, i nostri fratelli dell’Abruzzo". Con queste parole mons. Vittorio Mondello, vescovo di Reggio Calabria e presidente dei vescovi calabresi, ha ricordando il terremoto in Abruzzo, all’inizio della messa del Crisma nella cattedrale di Reggio Calabria. Ai "fratelli" abruzzesi, il presule ha assicurato "la nostra solidarietà e le nostre preghiere, sia per quanti fra di loro hanno chiuso in maniera così drammatica la loro vita terrena, sia per tutti i superstiti, che porteranno nel cuore la ferita di questa tragedia: voglia il Signore donare loro serenità e forza per ricominciare a vivere con fiducia e speranza". Il vescovo ha quindi parlato "dell’individualismo dell’attuale mondo culturale" ed ha invitato i sacerdoti "al superamento di una visione pastorale esclusivamente parrocchiale", che comporta anche "il coraggio di porsi accanto al Papa, quando viene vilipeso e irriso proprio a causa del suo coraggioso annuncio del Vangelo".” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy