BIMBO SCOMPARSO IN CALABRIA: MONS. CRUSCO (S.MARCO-SCALEA), PREGARE PER IL SUO RITROVAMENTO

Durante la celebrazione della Messa del Crisma nella Cattedrale di San Marco Argentano (Cs) il vescovo, mons. Domenico Crusco, ha invitato a pregare per il bambino di 5 anni, il piccolo Michael Cipolla, scomparso ieri in contrada Ghiandaro proprio a S. Marco Argentano. Il bambino, secondo una prima ricostruzione, stava giocando con la nonna alla quale ha chiesto di andare sul retro dell’abitazione, verso i campi, dove sapeva esserci il padre: da allora non si hanno più notizie del piccolo, mentre continuano le ricerche. Del caso si è occupata anche ieri sera la trasmissione Rai "Chi l’ha visto". Nel corso dell’omelia, il vescovo ha rivolto un pensiero particolare "per i fratelli colpiti dal terremoto in Abruzzo": "la carità ci unisce a loro", ha detto, invitando tutte le parrocchie della diocesi di San Marco Argentano-Scalea a devolvere le offerte della Messa di questa sera per i terremotati. Mons. Crusco, rivolgendosi poi ai sacerdoti, ha ricordato che "il prete è uomo di fede, capace di cogliere il mistero di Dio e leggerlo alla luce di un ministero. Il prete è l’uomo della croce a cui la fede ci avvicina. La croce – ha concluso il presule – sia la nostra cattedra, perché da quella cattedra Dio ha parlato e ci ha fatto conoscere il suo amore".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy