BENEDETTO XVI: MESSA IN COENA DOMINI, "L’EUCARISTIA È UNA FESTA DI NOZZE"

"L’Eucaristia è più di un convito, è una festa di nozze. E queste nozze si fondono nell’autodonazione di Dio sino alla morte". Lo ha spiegato, stasera, Benedetto XVI, nella Messa in Coena Domini, nella basilica di San Giovanni in Laterano. "Nelle parole dell’Ultima Cena di Gesù e nel Canone della Chiesa – ha proseguito – il mistero solenne delle nozze si cela sotto l’espressione ‘novum Testamentum’. Questo calice è il nuovo Testamento, ‘la nuova Alleanza nel mio sangue’, come Paolo riferisce la parola di Gesù sul calice nella seconda lettura di oggi". A ciò il Canone romano aggiunge: "per la nuova ed eterna alleanza", per esprimere, ha evidenziato il Papa, "l’indissolubilità del legame nuziale di Dio con l’umanità. Il motivo per cui le antiche traduzioni della Bibbia non parlano di Alleanza, ma di Testamento, sta nel fatto che non sono due contraenti alla pari che qui si incontrano, ma entra in azione l’infinita distanza tra Dio e l’uomo". Insomma, "ciò che noi chiamiamo nuova ed antica Alleanza non è un atto di intesa tra due parti uguali, ma mero dono di Dio che ci lascia in eredità il suo amore, se stesso". Certo, ha sottolineato il Pontefice, "mediante questo dono del suo amore Egli, superando ogni distanza, ci rende poi veramente ‘partner’ e si realizza il mistero nuziale dell’amore". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy