CHIESE DI PUGLIA: 100 ANNI SEMINARIO REGIONALE. "SCUOLA DELLA STOLA E DEL GREMBIULE"

"Seguire i seminaristi con l’affetto di padri e di fratelli, come giovani a cui chiedere di prendere il largo per poter pescare". È l’invito che mons. Luigi Renna, rettore del Pontificio seminario regionale pugliese "Pio XI", rivolge alle Chiese di Puglia e, in particolare, alla diocesi e alla città di Molfetta, dove ha sede la struttura, all’indomani della celebrazione conclusiva dell’anno centenario di fondazione del seminario (1908-2008). Ieri, infatti, il card. Angelo Scola, patriarca di Venezia, ha concelebrato con i vescovi di Puglia, nella cappella maggiore del seminario, la celebrazione eucaristica di ringraziamento. Prima della messa, il cardinale ha parlato della formazione teologica dei futuri sacerdoti e, con il suo intervento, ha dato inizio all’anno accademico della Facoltà teologica pugliese. "Le celebrazioni per il centenario – scrive mons. Renna in una nota per il settimanale della diocesi di Molfetta (Luce e Vita) – pur pervase di gioia per il lieto evento, non nascondono un velo di tristezza" per "la prematura scomparsa del rettore mons. Tonino Ladisa, il 30 marzo scorso. In un anno che si voleva fecondo per il seminario, per le vocazioni nelle Chiese di Puglia e, dopo l’indizione dell’Anno sacerdotale, per tutti i presbiteri, come non leggere la sua morte alla luce del brano evangelico del chicco di frumento che muore per dare frutto?". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy