TRAPIANTI: POLICLINICO GEMELLI, UNA "RETE" PER I TRAPIANTI DI CELLULE STAMINALI

"Rendere omogenei e coerenti i programmi di trapianto, sviluppare linee comuni di ricerca e migliorare complessivamente il rapporto con gli utenti". Questi gli obiettivi principali della "Rete di Coordinamento Trapianti di Cellule Staminali Emopoietiche della Regione Lazio", il progetto che stanno mettendo a punto il Centro Ematologico del Policlinico Umberto I, del Policlinico Universitario "Agostino Gemelli" di Roma, e dell’Ospedale S. Camillo, con il supporto dell’Agenzia Regionale Trapianti. La "rete" verrà presentata durante il Congresso internazionale "Nuovi farmaci e trapianto con cellule staminali emopoietiche per la cura delle patologie oncoematologiche dell’anziano", che si apre oggi e si concluderà il 7 novembre presso l’Aula Brasca del Policlinico Gemelli. "L’uniformità dei protocolli clinici, lo scambio di informazioni, la condivisione di tecnologie – spiega Giuseppe Leone, direttore dell’Istituto di Ematologia dell’Università Cattolica di Roma e del Programma Trapianto di Cellule Staminali Emopoietiche del Policlinico Gemelli – contribuirà al miglioramento dei risultati clinici e allo sviluppo professionale degli operatori. Il Coordinamento laziale nel solo anno 2008 ha realizzato un totale di 256 trapianti, dei quali 179 autologhi e 77 allogenici. ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy