ACCOGLIENZA E ASSISTENZA: SEVICOL, IL PRIVATO MEGLIO DEL PUBBLICO (2)

In particolare, riguardo le strutture sanitarie la ricerca di Sevicol segnala "un’alta preferenza del pubblico per le strutture di tipo religioso":il 44% degli intervistati ritiene che queste strutture "riescano a mettersi a servizio della persona con vero spirito cristiano" e tra i motivi che renderebbero migliore i loro servizi si segnalano:l’attenzione al paziente (per il 60%)seguita dall’efficienza (50%), la cura dettagli (40%), lo stile di accoglienza e l’atmosfera (30%)l’attenzione ai familiari (20%)". Come "grave" e "urgente" è segnalato il problema dell’assistenza degli anziani, tanto che il 45% degli intervistati ritiene che la qualità dei servizi prestati dalle strutture assistenziali italiane in questo campo sia "pessima o scarsa".Secondo la ricerca, al momento attuale, la soluzione al problema degli anziani è rappresentato per il 53% dalle badanti, per il 23% dal ricorso all’accoglienza di carattere pubblico e solo per il 7,% al privato. Contro quest’ultimo dato, il 38% degli adulti prevede per il suo futuro di garantirsi un’assistenza privata di sua scelta. Il convegno ha evidenziato a proposito, la mancanza di incentivi alle strutture private in questo campo, come case di riposo, soluzioni di assistenza residenziali, nuove possibilità assistenziali come nuclei protetti per i malati di Alzheimer.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy