GIORNATA AIDS: VASSILIOU (COMMISSIONE), "NUOVE AZIONI, IN EUROPA E NEL MONDO"

"Dobbiamo intraprendere nuove azioni", nell’Ue27 e nel mondo, e "ridefinirle rispetto alle necessità più pressanti", afferma Androulla Vassiliou, commissaria europea alla salute, alla vigilia della Giornata mondiale contro l’Aids. "In Europa – specifica la rappresentante cipriota – il numero dei nuovi casi di infezione aumenta in vari gruppi sociali e in talune aree. Non è più possibile stare con le mani in mano: la prevenzione e la diagnosi precoce rimangono ancora le armi migliori nella lotta contro il virus". La Commissione insiste, nella allocazione di risorse, soprattutto sui sistemi sanitari di base, mentre l’Ue è impegnata anche in operazioni di intervento su scala mondiale e nel campo della ricerca scientifica. Secondo l’Esecutivo, "dall’insorgere dell’epidemia, le persone infette dal virus sono state circa 60 milioni nel mondo, 25 milioni delle quali sono poi morte in seguito all’insorgere dell’Aids. E il numero dei casi accertati continua a crescere" nell’Europa dell’est, in Asia centrale, mentre il continente più colpito "è senza dubbio l’Africa, soprattutto nella regione sub-sahariana".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy