APOSTOLATO DEL MARE: CONCLUSA VICENDA "SILVER 1" GRAZIE AI FONDI OTTO PER MILLE (2)

"Alcuni di loro – spiegano all’Apostolato del Mare – stremati dallo stress a cui sono sottoposti, preoccupati per i figli e le mogli che, in patria, non hanno di che vivere, minacciano di compiere gesti eclatanti. La gente ignora che sono confinati nella zona rossa del porto, zona che per ragioni di sicurezza è raggiungibile solo a chi usufruisce di particolari permessi". Da qui l’intervento di don Giacomo Martino, direttore Nazionale dell’Apostolato del Mare, attraverso i volontari dell’Associazione Internazionale di Volontariato che opera all’interno dei porti "Stella Maris" di Civitavecchia, guidata da don Artur Jeziorek, con l’aiuto e il sostentamento del Comitato Welfare della Gente di Mare, si sono impegnati a far conoscere quanto avveniva e a fornire il necessario per poter assistere i marinai. Che "non potevano, neanche volendolo, scendere a terra" e quindi essere accolti sia perché nella loro sede, perché non hanno locali sufficienti e per ragioni legali relative al reato di clandestinità". Ieri, dopo mesi di "cavilli burocratici" il rimpatrio: questi marinai per tutto il periodo, hanno resistito e sono riusciti a "vivere, stare bene e ora felici (sani e salvi) sono tornati a casa", solo grazie ai volontari.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy