VIOLENZA CONTRO LE DONNE: SVENSSON (PARLAMENTO UE), "PROBLEMA STRUTTURALE"

(Strasburgo) – "La violenza contro le donne è un problema strutturale diffuso in tutta l’Europa. La vita delle donne e la loro partecipazione alla vita sociale, economica e politica sono limitate dal persistere di forme diverse di violenza nei loro confronti". Eva-Britt Svensson, eurodeputata svedese, è tra le promotrici della discussione che si svolge oggi nella sede del Parlamento europeo in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. La Svensson ha presentato due interrogazioni, una al Consiglio e una alla Commissione Ue, per sollecitare il dibattito in emiciclo e domani si dovrebbe giungere al voto di una risoluzione. Nel testo si legge: "La violenza contro le donne non è solo un problema di salute pubblica, ma anche una questione di disuguaglianza fra uomini e donne". Il testo lamenta che "il programma Daphne", attivato in tale contesto, "prevede un finanziamento limitato". Quindi la deputata nordica chiede quale sia "la strategia del Consiglio per migliorare la situazione attuale"; alla Commissione domanda invece un parere sull’organizzazione di una conferenza specifica ad alto livello e quando intende l’Esecutivo "organizzare un Anno europeo contro la violenza nei confronti delle donne", come chiesto dal Parlamento dal 1997.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy