VIOLENZA CONTRO LE DONNE: BARNS (CDE), "PRIMA CAUSA DI MORTE"

(Strasburgo) – "Combattere la violenza contro le donne è al centro dei valori difesi dal Consiglio d’Europa, ossia i diritti dell’uomo e l’uguaglianza tra donne e uomini": Sandra Barns è rappresentante britannica al CdE, dove si occupa delle forme di violenza contro l’"universo femminile". In occasione della Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne, che viene celebrata il 25 novembre a livello internazionale, Barns ricorda che "la violenza domestica è la prima causa di mortalità nel mondo fra le donne di età compresa tra i 19 e i 44 anni, prima ancora della guerra, del cancro o degli incidenti stradali". "Questo non è un problema che riguarda la sfera privata, è una questione che riguarda tutti". L’esponente britannica indica poi la necessità di creare dei centri di ospitalità per le donne che subiscono violenza. Sandra Barns chiede poi l’impegno degli Stati, ma anche delle istituzioni locali, per "creare iniziative in campo educativo, per discutere apertamente tali problemi tra i giovani". Ricorda infine che il Congresso dei poteri locali CdE ha adottato un rapporto in cui si sostiene che gli strumenti giuridici "da soli non bastano", trattandosi di un "problema culturale".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy