BENEDETTO XVI: UDIENZA, ISPIRARSI ALLA TRINITÀ "PER COSTRUIRE LE NOSTRE RELAZIONI"

Ispirarsi alla Trinità, "modello perfetto di comunione nell’amore", per "costruire le nostre relazioni umane di ogni giorno". E’ "l’impegno concreto" chiesto oggi dal Papa ai fedeli, al termine della catechesi dell’udienza generale, interamente dedicata ai "Vittorini", cioè Ugo e Riccardo di San Vittore, filosofi e teologi del XII secolo. "Come cambierebbe il mondo – ha esclamato Benedetto XVI – se nelle famiglie, nelle parrocchie e in ogni altra comunità i rapporti fossero vissuti seguendo sempre l’esempio delle tre Persone divine, in cui ognuna vive non solo con l’altra, ma per l’altra e nell’altra!". A questo proposito, il Santo Padre ha ripetuto le parole da lui pronunciate durante l’Angelus del 7 giugno scorso: "Solo l’amore ci rende felici, perché viviamo in relazione, e viviamo per amare e per essere amati". "È l’amore – ha proseguito Benedetto XVI – a compiere questo incessante miracolo: come nella vita della Santissima Trinità, la pluralità si ricompone in unità, dove tutto è compiacenza e gioia". Poi la citazione di sant’Agostino, "tenuto in grande onore dai Vittorini": "Vides Trinitatem, si caritatem vides. Contempli la Trinità, se vedi la carità". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy