DIOCESI: PESCARA, PARTE IL "PERCORSO SAMARIA" PER SEPARATI E DIVORZIATI

"L’odierna realtà socio-culturale presenta non poche situazioni matrimoniali difficili o irregolari, che interrogano e sollecitano l’intera comunità cristiana, e la sua azione pastorale". È stata questa affermazione del direttorio di pastorale familiare ad aver ispirato il percorso Samaria, itinerario biennale di fede per separati, divorziati e/o risposati pensato dall’arcidiocesi di Pescara-Penne, che muoverà i primi passi oggi, alle 21, presso la parrocchia Sant’Andrea di Pescara. "La Samaria – spiega don Cristiano Marcucci – era considerata dagli ebrei la regione ‘maledetta’. I suoi abitanti infatti erano mal visti, scomunicati, in quanto si erano contaminati con popoli pagani. Gesù invece cambia la logica del rapporto con Dio". Far scoprire l’amore misericordioso di Dio, allora, è l’obiettivo dell’ufficio famiglia dell’arcidiocesi e "di una Chiesa che accoglie, accompagna e non esclude nessuno". "Anche se non in piena comunione con la Chiesa – ricorda mons. Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne – non è tolta loro la possibilità di una vicinanza alla fede e al cammino cristiano". Dal direttorio scaturisce, inoltre "un interesse per coloro che o per superficialità o per scelte contingenti sono costretti a vivere come conviventi e che magari durante il tempo della vita sotto lo stesso tetto decidono di aderire al matrimonio religioso". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy