VIOLENZA CONTRO LE DONNE: DE PUIG (APCE), URGENTE CONVENZIONE PER DIRE STOP A IMPUNITÀ

L’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (Apce) "prosegue con forza e determinazione il proprio impegno volto a promuovere la redazione della futura Convenzione del Consiglio d’Europa per prevenire e combattere la violenza contro le donne, compresa la violenza domestica". Ad assicurarlo, a qualche giorno dalla decima Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza nei confronti delle donne che si celebra il 25 novembre, è Lluís Maria de Puig, presidente dell’Apce. In tempi di globalizzaione, afferma de Puig,"la nostra attenzione è soprattutto rivolta alle donne migranti che subiscono violenze nei loro Paesi d’origine e di destinazione". Per questo il Comitato esecutivo propone all’esame della conferenza "Migrazione e violenza contro le donne in Europa", che l’Apce promuove con l’Unione interparlamentare il 10 e 11 dicembre presso l’Assemblea nazionale francese,i mezzi possibili per prevenire e combattere le violenze domestiche, la tratta e i matrimoni forzati subiti dalle donne migranti. "In Europa, indipendentemente dalla sua origine e provenienza" sottolinea de Puig, ogni vittima di questa violenza "deve ricevere protezione". Con l’adozione di uno strumento giuridico vincolante "il CdE vuole dare un segnale forte" perché, conclude il presidente Apce, "l’impunità deve finire".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy