GIORNATA MONDIALE DEL MIGRANTE: MONS. SAVIOLA, "I MINORI STRANIERI SONO UNA RISORSA"(2)

"Come tutti i loro coetanei – sottolinea mons. Saviola nel messaggio – i minori stranieri vivono quei momenti scabrosi che siamo soliti chiamare crisi adolescenziale, crisi dello sviluppo, rapporto teso con l’ambiente e con la famiglia; essi però nell’affrontare queste crisi ‘normali’ possono contare meno degli italiani sul sostegno di figure e agenzie educative, comprese quelle familiari". Oltre a queste difficoltà, ne devono affrontare altre legate al loro status di migranti o rifugiati, come "la scarsa socializzazione di questi minori cui si aggiunge quella delle loro famiglie, le scarse opportunità per attività culturali, ludiche e sportive, la debole efficacia nel nuovo contesto del ruolo educativo della famiglia tanto più se monoparentale, l’insuccesso o il ritardo scolastico, la precoce immissione nel lavoro anche sommerso, il clima sfavorevole o addirittura ostile agli immigrati percepito nell’ambiente". Mons. Saviola cita anche i "notevoli vantaggi derivanti dalla presenza dei minori", che sono "il segno più chiaro e la spinta più forte per la stabilità del progetto migratorio e il progressivo inserimento della famiglia nella nostra società; essi stessi molto spesso fungono entro le pareti domestiche da mediatori linguistici e culturali e, data la loro età e innocuità, molto concorrono a stemperare animosità, pregiudizi e riserve sul conto degli stranieri". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy