BENEDETTO XVI: ANGELUS, RINGRAZIAMENTO ALLE MONACHE DEL PICCOLO MONASTERO IN VATICANO

Un saluto e un ringraziamento. Benedetto XVI, nei saluti in varie lingue dopo l’angelus, ieri mattina ha ricordato che sabato scorso, "ricorreva la Giornata pro orantibus, in favore delle comunità religiose di clausura. Colgo volentieri l’occasione per rivolgere ad esse il mio cordiale saluto, rinnovando a tutti l’invito a sostenerle nelle loro necessità. Sono lieto anche, in questa circostanza, di ringraziare pubblicamente le monache che si sono avvicendate nel piccolo Monastero in Vaticano: Clarisse, Carmelitane, Benedettine e, da poco, Visitandine". "La vostra preghiera, care sorelle, è molto preziosa per il mio ministero", ha aggiunto. In polacco, ha ribadito che "la Solennità di Gesù Cristo, Re dell’Universo ci ricorda che la meta delle aspirazioni dell’uomo non è il regno terreno della violenza, del denaro o dei piaceri mondani, ma il Regno di Dio". Perciò, "la nostra vita sia testimonianza della realizzazione di questo messaggio evangelico". Nei saluti ai pellegrini di lingua italiana, un pensiero lo ha rivolto ai partecipanti all’incontro promosso dal Movimento cristiano lavoratori sulla realtà dei lavoratori immigrati.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy