BENEDETTO XVI: ALLA CONFERENZA SUI NON UDENTI, "UNA DIGNITÀ DA RISPETTARE"

"Verso le persone non udenti", "le numerose associazioni, nate per tutelare e promuovere i loro diritti, evidenziano l’esistenza di una mai sopita cultura segnata da pregiudizi e discriminazioni. Sono atteggiamenti deplorevoli e ingiustificabili, perché contrari al rispetto per la dignità della persona non udente e alla sua piena integrazione sociale": lo ha detto oggi il Papa, incontrando in Vaticano i partecipanti alla XXIV Conferenza Internazionale organizzata dal Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari sul tema Effatà! La persona sorda nella vita della Chiesa". Benedetto XVI ha sottolineato che, "molto più vaste, però, sono le iniziative promosse da istituzioni e da associazioni, sia in campo ecclesiale che in quello civile, ispirate ad un’autentica e generosa solidarietà" verso i non udenti. In particolare ha richiamato "le prime scuole per l’istruzione e la formazione religiosa di questi nostri fratelli e sorelle" che "sono sorte in Europa, già nel settecento. Da allora sono andate moltiplicandosi, nella Chiesa, opere caritative, sotto l’impulso di sacerdoti, religiosi, religiose e laici, con lo scopo di offrire ai non udenti non solo una formazione, ma anche un’assistenza integrale per la piena realizzazione di se stessi". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy