COMUNICAZIONE: DE RITA (CENSIS), SI VUOLE "AVERE TUTTO IN PRIMA BATTUTA"

"Il bisogno di avere, da parte del singolo, "una diretta accessibilità alle notizie" è il segnale di "un cambiamento profondo della nostra società" che è andato affermandosi in questo primo decennio del Duemila. Così il presidente del Censis, Giuseppe De Rita, interpreta il crescente ricorso ai nuovi media e ai social network. "Sembra che il prefisso «ri» – riconoscere, ripensare, riflettere – venga eliminato", ha aggiunto parlando alla presentazione dell’8° Rapporto sulla comunicazione Censis-Ucsi, "I media tra crisi e metamorfosi", avvenuta questa mattina a Roma. Un’analisi che va al di là della "crisi della carta stampata". "Oggi gli interessi si autorappresentano direttamente senza ricorrere alla mediazione delle grandi organizzazioni sindacali" o di categoria, ha osservato il sociologo facendo riferimento ai "big players" dell’economia. Tale "tendenza ad agire direttamente per i propri interessi – ha riconosciuto – è parallela a quella di accedere ai fatti senza mediazioni, né opinioni". Si tratta di "avere tutto in prima battuta", segno di un "processo radicale e profondo" in corso nella società.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy