VERTICE FAO: SPADAFORA (UNICEF), "FIUMI DI PAROLE INUTILI E PROMESSE NON RISPETTATE"

"Conferenze e vertici inutili. Fiumi di parole e promesse non rispettate": lo afferma oggi Vincenzo Spadafora, presidente di Unicef Italia, esprimendo rammarico per come sta andando il vertice Fao in corso a Roma. A suo avviso "si sono dette molte parole ma nessun passo avanti da parte dei Governi nella direzione di maggiori stanziamenti e di nuove politiche per combattere la fame nel mondo". Stesso timore viene espresso in vista della prossima Conferenza sull’Infanzia organizzata dal Governo a Napoli: "Sappiamo già che assisteremo solamente a fiumi di parole – dichiara il presidente dell’Unicef -. Non possiamo dimenticare gli insuccessi fin qui conseguiti: Garante Nazionale dell’Infanzia, mai istituito; continui tagli alla Cooperazione che ci pongono agli ultimi posti tra i Paesi donatori; mancato rifinanziamento al Fondo per la lotta contro l’Aids e infine, anche se ripetutamente annunciato lo scorso anno, Piano Nazionale per l’Infanzia non ancora approvato. C’è poco da celebrare, anche perché mentre nel mondo falliscono tristemente vertici e conferenze, assistiamo a una deriva pericolosa di indifferenza". "Noi che lavoriamo ogni giorno in tutti i Paesi del mondo e in situazioni di grande difficoltà – conclude Spadafora -, viviamo con disagio l’impossibilità di raggiungere, proprio nel nostro Paese, risultati concreti a favore dei bambini italiani e di tutto il mondo".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy