ASSEMBLEA CEI: COMUNICATO FINALE, NON "CENSURARE" LA MORTE (2)

Nella nuova edizione del Rito delle Esequie – approvato dai vescovi ad Assisi, e che verrà pubblicato una volta ottenuta l’approvazione (recognitio) della Santa Sede – sarà previsto un formulario specifico per quanti scelgono la cremazione. "La Chiesa, pur preferendo la sepoltura tradizionale – precisa la Cei nel comunicato – non riprova tale pratica, se non quando è voluta in disprezzo della fede, cioè quando si intende con questo gesto postulare il nulla a cui verrebbe ricondotto l’essere umano". All’interno di questa prospettiva, "la memoria dei defunti attraverso la preghiera liturgica e personale e la familiarità con il camposanto costituiranno la strada per contrastare, con un’appropriata catechesi, la prassi di disperdere le ceneri o di conservarle al di fuori del cimitero o di un luogo sacro". Ciò che sta a cuore ai vescovi, in modo particolare, è che "non si attenui nei fedeli l’attesa della risurrezione dei corpi, temendo invece che la dispersione delle ceneri affievolisca la memoria dei defunti, a cui siamo indelebilmente legati nella partecipazione al destino comune dell’umanità".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy