BENEDETTO XVI: MESSAGGIO ALLA CONGREGAZIONE PER L’EVANGELIZZAZIONE DEI POPOLI

"Non si tratta soltanto di predicare il Vangelo, ma di ‘raggiungere e quasi sconvolgere mediante la forza del Vangelo i criteri di giudizio, i valori determinanti, i punti di interesse, le linee di pensiero, le fonti ispiratrici e i modelli di vita dell’umanità, che sono in contrasto con la Parola di Dio e col disegno della salvezza’": questi pensieri di Paolo VI sono stati richiamati oggi da Papa Benedetto XVI nel messaggio inviato al card. Ivan Dias, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, in occasione dell’Assemblea Plenaria della Congregazione che si tiene dal 16 al 18 novembre presso l’Università Urbaniana, sul tema: “San Paolo e i nuovi areopaghi”. "Occorre guardare ai ‘nuovi areopaghi’ – ha poi proseguito il Papa – con tale spirito; alcuni di essi, nell’attuale globalizzazione, sono diventati comuni, mentre altri restano specifici di alcuni Continenti, come si è visto anche nella recente Assemblea speciale per l’Africa del Sinodo dei Vescovi. L’attività missionaria della Chiesa va pertanto orientata verso questi centri nevralgici della società del terzo millennio. Né va sottovalutato l’influsso di una diffusa cultura relativista, il più delle volte carente di valori, che entra nel santuario della famiglia, si infiltra nel campo dell’educazione e in altri ambiti della società e li contamina, manipolando le coscienze, specialmente quelle giovanili". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy