UNIVERSITÀ CATTOLICA: A ROMA ASSEMBLEA GENERALE DELLA FEDERAZIONE INTERNAZIONALE (2)

Il mondo poi si confronta con una profonda crisi economica – ha proseguito mons. Zani – che "interroga il mondo accademico, chiedendo che nella preparazione dei futuri professionisti si trasmettano conoscenza non chiuse o autoreferenziali, ma sempre più aperte e flessibili". Sono sfide – ha rilevato padre Gianfranco Ghirlanda, rettore della Pontificia Università Gregoriana – che "vengono rivolte dalle società post-moderne che in una progressiva secolarizzazione si fa sempre più resistente a recepire i valori evangelici che sono valori autenticamente umani e che per la globalizzazione si fa sempre più multiculturale e multireligiosa". E’ questa la ragione profonda – ha proseguito il Rettore – per cui l’Università cattolica apre le sue porte non "solo ai fedeli cattolici, anzi in molte di esse gli studenti cattolici sono una piccola minoranza, ma a ogni uomo e ogni donna che intenda ricevere una formazione integrale per lo sviluppo di una personalità libera e responsabile". Pur in questa diversità, l’elemento distintivo delle università cattoliche è "la formazione degli studenti alla ricerca della verità e del bene affinché sentano questa ricerca come un dovere che scaturisce dall’interno della loro coscienza". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy