EUROPA-CINA-AFRICA: SANT’EGIDIO, "PARTENARIATO STRATEGICO PER TUTTO IL MONDO"

Lo sviluppo dell’Africa – in partenariato con Cina ed Europa – è un elemento fondamentale per la crescita economica di tutto il mondo: è il concetto, ribadito oggi a più voci, durante la conferenza stampa conclusiva del seminario promosso ieri e oggi a Roma dalla Comunità di Sant’Egidio, dal Ministero affari esteri, dall’Istituto di studi dell’Asia occidentale e dell’Africa e dall’Accademia delle scienze sociali di Cina sul tema: "Europa, Cina e Africa: nuove vie per lo sviluppo internazionale", con esponenti del mondo della politica, dell’economia e della cultura. Un evento organizzato "per capire meglio quali passi fare insieme sui temi dello sviluppo, della pace, delle migrazioni", ha spiegato Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio. Boureima Badini, già ministro della giustizia in Burkina Faso e ora rappresentante dei mediatori nella crisi in Costa d’Avorio, ha invitato ad "un cambiamento di sguardo nei confronti dell’Africa, anche della visione che gli africani hanno di sé stessi": niente più "paternalismo" e assistenzialismo, ha detto, "oggi l’aiuto deve servirci per fare a meno degli altri" e "fare sintesi tra pratiche tradizionali e democrazia occidentale". "Noi africani siamo contenti dell’arrivo dei cinesi in Africa – ha affermato – ma bisogna che la Cina sappia che gli africani vogliono essere trattati in modo paritario". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy