CRISI ECONOMICA: CONVEGNO FISC. ZAMAGNI (ECONOMISTA), LA "CONNIVENZA" DEI MEDIA

La "responsabilità morale del consumatore" e la "connivenza" di un sistema informativo che si è limitato a dare voce al pensiero dominante, senza ospitare opinioni contrastanti. Questi, secondo Stefano Zamagni, docente di economia all’Università di Bologna, sono due tra i fattori che hanno permesso il formarsi della "bolla speculativa" che ha portato alla crisi di cui oggi si avvertono gli effetti. La denuncia dell’economista è giunta oggi a San Miniato (Pisa), al convegno nazionale dei 185 settimanali cattolici aderenti alla Fisc sul tema "Crisi economica, sviluppo sostenibile e sistema solidale. Il ruolo dell’informazione" (12-14 novembre). "Come ognuno s’informa circa le medicine da assumere e la dieta adeguata per la propria salute, così non si vede perché non dovrebbe documentarsi circa gli strumenti di allocazione del proprio denaro". Sta qui, ha affermato Zamagni, "la responsabilità del consumatore, che per molto tempo ha consegnato il suo denaro agli speculatori alimentando quel meccanismo ora in crisi".Da parte dei mezzi di comunicazione, però, vi è la responsabilità di aver fatto da "amplificatori" di questo meccanismo, non dando voce a quanti "già dal 2001 – ha notato il docente – avvertivano del rischio, collocandosi in posizione dissonante rispetto al pensiero dominante". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy