OCCUPAZIONE: ACLI SU APPELLO BCE, URGENTE "RIFORMA STRUTTURALE DEL MERCATO DEL LAVORO"

” “Per difendere e favorire l’occupazione nel processo di uscita dalla crisi economica "si rendono necessarie e urgenti quelle riforme strutturali del mercato del lavoro capaci di garantire uguali diritti ed adeguate tutele a tutta la platea dei lavoratori, compresi quelli atipici". E’ quanto sostengono le Acli, commentando l’appello della Banca centrale europea (Bce), che sollecita i Governi a dare "importanza cruciale" a politiche di sostegno all’occupazione. Dall’inizio di ottobre le Acli stanno raccogliendo firme in giro per l’Italia a sostegno di una petizione popolare per la riforma del mercato del lavoro, intitolata “Verso uno Statuto dei lavori”. Per Maurizio Drezzadore, responsabile dipartimento lavoro, "solo assicurando condizioni di tutela ed inclusione sociale, l’Italia sarà in grado di mantenere accettabili tassi di flessibilità nel mercato del lavoro, favorendo la ripresa ma nel contempo contrastando il permanere di una disoccupazione strutturale, con tassi socialmente insostenibili, soprattutto nel Sud Italia". "La ripresa dalla crisi sarà lenta", avverte. Per questo vanno mantenute e rafforzate le misure a sostegno dell’occupazione e a tutela dei redditi per chi ha perso il lavoro, e quelle a sostegno delle imprese per investimenti e per il mantenimento dei livelli occupazionali".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy