ASSOCIAZIONI: A COSENZA IL RICORDO DI ALDA MICELI, PRESIDENTE AC NEGLI ANNI ’50

"Ricordare per non dimenticare le idee e le prospettive lanciate negli anni Cinquanta da questa donna calabrese che ha saputo dare un grande contributo alla Chiesa italiana". Così suor Rita Salerno, superiora dell’Ordine delle Suore Catechiste Rurali del Sacro Cuore, spiega il senso del convegno in ricordo di Alda Miceli, Presidente Nazionale dell’Azione Cattolica per 10 anni (1949-1959) che si svolgerà oggi pomeriggio a Cosenza. L’iniziativa è promossa in occasione del centenario della sua nascita. Nata a Longobardi (CS), Alda Miceli ricoprì, oltre alla carica di presidente di Ac anche quella di presidente nazionale del Centro Italiano Femminile (Cif) dal 1963 al 1978. "Una donna forte, una donna del Sud che si è saputa collocare nella Chiesa con la sua robustezza teologica", spiega la religiosa aggiungendo che il convegno rappresenta anche l’occasione per ricordare il fratello don Francesco, molto attivo nella diocesi di Cosenza e la sorella, Elisa Miceli che nella Festa dell’Immacolata del 1934, fondò la Congregazione delle Suore Catechiste Rurali del Sacro Cuore. Una decina di anni prima aveva dato vita agli Oratori Rurali, luoghi di accoglienza e di formazione integrale dell’uomo, del cittadino e del cristiano; essi sfociarono nelle Settimane Campestri, praticate, poi, in varie regioni italiane.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy