ASSEMBLEA CEI: MONS. BREGANTINI, "MAFIA PROBLEMA DI TUTTI. PIÙ RECIPROCITÀ TRA NORD E SUD"

"Se il Nord non coglie il problema della mafia come problema dell’Italia e quindi anche del Nord succede che lentamente pensa di aver risolto il problema. Lo scarica sul Sud ma in realtà poi se lo ritrova moltiplicato al Nord". Da Assisi, dove è in corso la 60° assemblea generale della Cei, che ha all’ordine del giorno anche l’approvazione della nota su Chiesa e Mezzogiorno, mons. Giancarlo Bregantini, già vescovo di Locri, oggi a Campobasso, ha lanciato alla Lega "una proposta culturale, non politica", per "riproporre nella propria agenda tematiche che non sono del Sud, ma di tutti". Parlando a margine dei lavori mons. Bregantini ha affermato che "l’abbandono in cui il Sud è relegato contribuisce a rafforzare la mafia e a ritrovarsela a Milano come a Palermo. Più la politica sentirà la mafia come problema vero e reale di tutta Italia e più lo risolverà. Più lo delega e meno lo risolve e più se lo ritroverà centuplicato. La questione meridionale va riproposta in modo centralistico, non periferico. Questo è il nodo principale". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy