UE: REINFELDT (CONSIGLIO), "IL PRESIDENTE STABILE DARÀ CONTINUITÀ ALLE POLITICHE COMUNI"

Prosegue il tour fra i capi di Stato e di governo dell’Unione europea da parte del presidente di turno, lo svedese Fredrik Reinfeldt, in vista dell’entrata in vigore del Trattato di Lisbona. La data fissata per il battesimo delle riforme decise nella capitale portoghese nel 2007 è il 1° dicembre: prima di allora Reinfeldt fisserà "un Consiglio europeo per nominare le tre principali cariche derivanti dal Trattato, ossia il presidente stabile dell’Ue, l’Alto rappresentante della politica estera, che sarà anche vicepresidente della Commissione, e il responsabile del Segretariato che assisterà il Consiglio nello svolgimento dei suoi lavori". Lo stesso premier svedese afferma che la data del summit straordinario non è ancora stata fissata e che ha "già incontrato la metà" dei suoi "colleghi in relazione alle nomine da effettuare". Reinfeldt ha anche ricordato che "le funzioni del presidente stabile non sono descritte nel dettaglio, ma certo dovrà apportare stabilità e continuità alle decisioni e alle scelte politiche" comunitarie. Nella giornata di oggi si riuniscono invece a Bruxelles i ministri delle finanze dei 27 per discutere di misure anti-crisi, di finanze pubbliche e di regole dei mercati finanziari.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy