PIAZZA NAVONA: NOTA SIR

Pubblichiamo la nota SIR sulla manifestazione tenutasi ieri a Piazza Navona contro le misure del Governo sulla giustizia.

Trasformare una manifestazione pubblica di dissenso su importanti scelte politiche in un’occasione per insultare e offendere altri con toni di inconcepibile volgarità non può e non deve essere considerata un’espressione di democrazia e, quindi, neppure di intelligenza. Quanto accaduto ieri sera in piazza Navona, una deriva che ha disgustato perfino alcuni presenti che si sono allontanati, conferma che c’é un’Italia maggioritaria, sana, che discute e si esprime anche con toni vibranti ma sempre rispettosi dell’altro e un’Italia assolutamente minoritaria che per esistere ha bisogno di insultare. Una miserevole realtà che trova – e troverà – spazio per qualche ora su video e giornali ma che è destinata a essere rimossa dalla coscienza laica di un Paese come il nostro.
Ed è proprio questa stessa coscienza laica a ribellarsi soprattutto alle offese a Benedetto XVI, alla menzogna e all’ignoranza che formano la palude in cui nascono e crescono parole ed espressioni che ci rifiutiamo di credere possano appartenere a un cittadino responsabile, a una persona che pensa e critica, credente o non credente che sia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy