GMG SYDNEY: INCONTRO INTERFEDI. LAWRENCE (EBREI), "POSIZIONI COMUNI" E PAROLE IN TEDESCO

(Dai nostri inviati a Sydney) – "Che possa continuare ad illuminare l’umanità nell’amore dell’uomo, dei fratelli e delle sorelle". È il saluto di benvenuto che il rabbino della grande sinagoga di Sydney, Jeremy Lawrence, ha rivolto a Benedetto XVI nell’incontro con i leader delle altre religioni. "Incontri come questi evidenziano i tratti in comune piuttosto che le differenze", ha affermato il rabbino elencando le posizioni comuni su questioni come la difesa dell’ambiente, della vita, del diritto, della giustizia, contro l’oppressione e la persecuzione. "La Gmg rappresenta il suo impegno nella prosecuzione di questo dialogo – ha aggiunto Lawrence – e per il bene dell’umanità dobbiamo far diventare lo straniero un vicino e il vicino un amico, trasformare gli stereotipi dei cristiani, ebrei e musulmani in esseri umani, in amici e cooperatori nella costruzione di un villaggio globale condiviso". All’incontro con il Papa ha partecipato anche Lacey Josie, membro della delegazione ebraica che al SIR ha riferito: "La cosa che mi ha colpito è il fatto che abbia voluto conoscerci e parlare uno ad uno. Io gli ho parlato anche in tedesco, avendo origini teutoniche e lui ha sorriso in maniera sorpresa. Sono sicura che fosse felice di questo incontro ed era chiara la sua gratitudine. Abbiamo apprezzato il suo discorso pieno di buoni auspici per il futuro del dialogo".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy