GMG SYDNEY: “UN’ESPERIENZA STRAORDINARIA”, LE VOCI DEI GIOVANI IN BARCA CON IL PAPA

(Dai nostri inviati a Sydney) – “È stata un’esperienza straordinaria avere il Papa in mezzo a noi: eravamo tutti sulla barca con le nostre bandiere, contenti per i momenti che stavamo vivendo”. Lo racconta al Sir Ryan Stichweh, giunto in Australia dalla West Virginia (Usa) per incontrare papa Benedetto XVI, e che oggi pomeriggio ha avuto la fortuna di compiere, assieme a poco più di 200 giovani, la traversata da Rose Bay a Barangaroo sulla nave che accompagnava il Santo Padre. “Molto emozionate” anche Tran Huuong Quyen, partite dal Vietnam per partecipare alla Gmg di Sydney. Mentre Eddy Dorairajah e Valerie Chen, malesi, si sono addirittura potute avvicinare al Papa: “Siamo riusciti a salire sul ponte della nave e l’abbiamo visto da vicino. Lo abbiamo salutato, sventolando la nostra bandiera. Lui ha ricambiato il saluto… è stato straordinario”. “Sono felice, un vero privilegio”, rimarca Yvette Necheine; “anche se non ho potuto parlare direttamente con lui, perché la sicurezza era veramente enorme, l’ho visto e mi ha colpito la sua semplicità”. Sulla nave anche Sebastian LaCroix, canadese, e Wasan Sadik, australiana di origine irachena: “Abbiamo letto degli inni, cantato e l’aria era piena di gioia. Abbiamo anche danzato e tutti insieme sventolavamo bandiere e foulard per salutare i giovani che attendevano il Papa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy