BENEDETTO XVI: GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE, EVANGELIZZARE "PRIORITÀ ASSOLUTA" (3)

Nessuna ragione, comunque, a giudizio del Papa, "può giustificarne un rallentamento o una stasi" nella missionarietà. Annunciare il Vangelo, prosegue Benedetto XVI, ricordando le parole di Paolo "non è un vanto, ma un compito e una gioia". Di qui l’invito a vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose, laici a un impegno in tal senso. Per i primi l’impegno si traduce nel "rendere missionaria tutta la comunità diocesana, contribuendo volentieri, secondo le possibilità, ad inviare presbiteri e laici ad altre Chiese per il servizio di evangelizzazione". Per i secondi nell’essere "generosi pastori ed entusiasti evangelizzatori". Per i terzi nel portare "l’annuncio del Vangelo a tutti, specialmente ai lontani, mediante una testimonianza coerente di Cristo e una radicale sequela del suo Vangelo". Per i laici l’impegno della testimonianza in "un areopago complesso e multiforme da evangelizzare: il mondo". Dopo aver rivolto un pensiero al "contributo delle Pontificie Opere Missionarie all’azione evangelizzatrice della Chiesa", il Papa invita a intensificare "sempre più nel popolo cristiano la preghiera, indispensabile mezzo spirituale per diffondere fra tutti popoli la luce di Cristo".” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy