COMUNICAZIONI SOCIALI: ZAMAGNI E BOFFI, "I CATTOLICI OFFRANO CHIAVI DI LETTURA"

"I fatti economici occupano buona parte della vita quotidiana, se non offriamo una chiave di interpretazione con la quale leggere questi fatti, esiste il rischio di andare a ‘rimorchio’". E’ questo l’invito che Stefano Zamagni, docente di economia politica all’Università di Bologna, ha rivolto oggi ai partecipanti al convegno degli uffici diocesani delle comunicazioni sociali in corso a Milano. "Questa chiave interpretativa – ha sottolineato Zamagni – ci è chiesta non solo dal ‘nostro mondo’ ma da tutta la società". Ha riflettuto sul rapporto tra comunicazione e scienza Giandomenico Boffi, ordinario di algebra all’università di Chieti-Pescara: "Nel momento in cui si decide quale ricerca condurre, entrano certamente in gioco anche valutazioni non strettamente scientifiche, di natura individuale, sociale, come ad esempio sollecitazioni degli ambienti economici, militari e altro". Per Boffi "è necessario, di conseguenza, un sereno dialogo tra comunità scientifica e società circostante". "Nella scelta di quante e quali risorse dedicare alla scienza – ha affermato – è evidente la grande responsabilità dei media, e in modo speciale di quelli cattolici".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy