AFRICA: LA TESTIMONIANZA DI UN MISSIONARIO A GIBUTI, "PICCOLE OASI IN PIENO ISLAM"

"L’Africa ci insegna e ci ricorda un cristianesimo purificato, essenziale, privo di qualsiasi interesse": descrive così padre Renato Zilio, missionario scalabriniano nella Repubblica di Gibuti, nel Corno d’Africa, l’esperienza della sua piccola comunità cristiana in pieno Islam. La diocesi di Gibuti, guidata dal vescovo mons. Giorgio Bertin, amministratore apostolico di Mogadiscio, vive "immersa nel grande mondo musulmano attraverso la carità e l’insegnamento – racconta p.Zilio in una testimonianza al Sir -. Nelle scuole cattoliche, ad esempio, il direttore è cristiano, mentre il resto è musulmano: i ragazzi, gli insegnanti, i programmi. Una testimonianza di servizio a questa società". Anche le tre giovani suore indiane venute dal Kerala, precisa il missionario, "sono a servizio di uomini, donne, bambini musulmani nell’ospedale, nell’insegnamento o nell’aiuto concreto ai nomadi e ai poverissimi villaggi più all’interno. Vita povera, sofferta, austera, anche per loro, qui in Africa". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy