60 ANNI DI ISRAELE: LA PREGHIERA DELLE COMUNITÀ CATTOLICHE DI ESPRESSIONE EBRAICA

"Ti ringraziamo Dio, vivente ed eterno, per i 60 anni di indipendenza dello Stato di Israele". E’ l’inizio della preghiera che le comunità cattoliche di espressione ebraica hanno composto per chiedere "la pace, il benessere e lo sviluppo di Israele", in occasione del 60° anniversario della nascita dello Stato di Israele e che verrà letta l’11 maggio, domenica di Pentecoste. "Padre nostro che sei nei cieli – recita la preghiera – roccia e salvezza di Israele, benedici il nostro Stato, proteggilo e allarga su di esso e sui suoi vicini la tenda della tua pace. Che la pace possa regnare tra tutti i popoli cosicché non ci sia più odio, gelosia, competizione e non ci sia più la vittoria di uno sull’altro, di uno sui propri vicini". "Manda la tua luce e la tua verità sui Capi dello Stato e dona loro la tua sapienza affinché guidino i cittadini sulle vie di giustizia e di pace. Manda il tuo Spirito su tutti gli abitanti dello Stato perché vivano in unità, in vincoli di fraternità. Aiuta i più deboli – è la conclusione della preghiera – a trovare il loro posto nella società e la strada per vivere in dignità". I cattolici di lingua ebraica, secondo stime poche centinaia, sono presenti a Gerusalemme, Tel Aviv, Haifa e Beer Sheba. Nel Vicariato che le raggruppa sono comprese anche due comunità di lingua russa. (dnr)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy