ECUMENISMO: PAPA BENEDETTO XVI SALUTA IL PATRIARCA SUPREMO DEGLI ARMENI KAREKIN II (2)

"Sono sicuro – ha aggiunto – che questo spirito di amicizia continuerà ad approfondirsi durante questi giorni". IL Papa ha poi fanno cenno alle "dure persecuzioni sofferte dai cristiani armeni, soprattutto nell’ultimo secolo" ed ha detto: "i molti martiri armeni sono un segno del potere dello spirito Santo all’opera in tempi di oscurità e una promessa di speranza per i cristiani di ogni luogo". Il saluto di Benedetto XVI si è concluso con una invocazione a San Gregorio l’Illuminatore (la cui statua è custodita in una nicchia esterna della Basilica di San Pietro) perché possa aiutare a "farci crescere nell’unità, nell’unico santo legame della fede cristiani, nella speranza e nell’amore".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy