CICLONE IN MYANMAR: ONU, "CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PERSONE IN ATTESA DI SOCCORSO"

Il numero di persone che richiedono assistenza umanitaria, in seguito al ciclone che ha colpito il Myanmar, potrebbe ammontare a centinaia di migliaia, secondo le Nazioni Unite, che stanno inviando gli aiuti necessari. La popolazione delle aree colpite dal ciclone è di circa 24 milioni, con una stima di 6 milioni a Yangon. Sono inoltre state dichiarate disperse più di 3.000 persone nel solo Distretto di Ayeryarwady. Rashid Khalikov, Direttore delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Aiuti Umanitari (Ocha) a New York, ha detto che il governo del Myanmar riceverà gli aiuti internazionali e che tale assistenza sarà "efficace ed effettiva". Si è detto fiducioso del fatto che il governo locale rilascerà facilmente dei visti per accelerare la consegna dei beni di primo soccorso. Il personale Onu impegnato in Myanmar supera le 1650 unità e Ocha ha annunciato di esser disposta a donare 5 milioni di dollari provenienti dal Fondo Centrale di Risposta alle Emergenze. Le Nazioni Unite sono disposte a provvedere all’assistenza necessaria e a mobilitare gli aiuti internazionali a sostegno del governo. Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite ha cominciato a distribuire cibo nelle zone devastate di Yangon. I 500.000 dollari stanziati inizialmente per le operazioni di soccorso finanzieranno i ponti aerei con le provviste di cibo e lo spiegamento del personale di emergenza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy