SAVE THE CHILDREN: 200 MILIONI DI BAMBINI NON HANNO ACCESSO ALLE CURE DI BASE

"Nel mondo 200 milioni di bambini non hanno accesso alle cure di base e 26.000 bambini con meno di cinque anni muoiono ogni giorno". È uno dei dati emersi nel nono "Rapporto sullo stato delle madri nel mondo", presentato oggi in un convegno a Roma. Secondo la pubblicazione annuale di "Save the children" sulla salute materno-infantile in numerosi paesi del mondo, sono i paesi scandinavi, con la Svezia al primo posto, seguita da Norvegia e Islanda, le nazioni che possono vantare "parametri d’eccellenza attinenti alla salute, l’educazione e la condizione economica di madri e bambini". Quelli in cui le madri stanno peggio" sono le nazioni dell’Africa Sub-sahariana, con il Niger all’ultimo posto, che si conferma come il luogo peggiore dove una mamma possa vivere". L’Italia è al 19° posto nella classifica delle madri e al 1° nell’elenco dei paesi in cui i bambini stanno meglio. "Secondo Save the Children, la qualità di vita di un bambino dipende dalla salute, dalla sicurezza e dal benessere della propria madre – ha affermato Valerio Neri, direttore generale di ‘Save the Children Italia’ -. Solo assicurando alle donne educazione, benessere economico e possibilità di accedere ai servizi e alle cure sanitarie, sia quelle donne che i loro figli avranno maggiori possibilità di sopravvivere e crescere sani". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy