FIERA DEL LIBRO: "INSEGNARE LA BELLEZZA" ANTIDOTO A BULLISMO NELLE SCUOLE

"In un mondo scolastico, quale quello italiano, che spesso si riduce ad un discorso disciplinare, sull’uso dei telefonini, la bellezza è la prima cosa che si dovrebbe insegnare a scuola". A proporlo è Andrea Gianni, della rivista Communio, consulente della Jaca Book e membro dell’Associazione Sant’Anselmo, illustrando al Sir uno degli incontri organizzati nel contesto della Fiera del Libro di Torino, per iniziativa del Servizio Cei per il progetto culturale, in collaborazione con l’arcidiocesi di Torino e l’Unione e Librai Cattolici Italiani. L’iniziativa, dal titolo "La bellezza salverà il mondo. La sacra scrittura nell’editoria italiana", è curata dall’Associazione Sant’Anselmo (www.associazionesantanselmo.org). "Insegnare bellezza. Esperienza e memoria del bello nel sistema di istruzione" è il tema dell’incontro dell’11 maggio, cui parteciperanno Carlo Ossola, del Collége de France, e la poetessa Antonella Anedda. "Qualcuno ha detto che il nostro è un sistema scolastico improntato alla ‘bruttezza’, più che alla bellezza", osserva Gianni, "mentre una corretta educazione alla bellezza potrebbe risultare un buon antidoto al bullismo, che riguarda senza dubbio una minoranza degli studenti ma purtroppo occupa sempre più spazio nelle cronache". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy