IRAQ: STOCCOLMA. PADRE P.NAJIM, "OGGI INCONTRO CON AL MALIKI". APPELLO PER I RIFUGIATI

Una delegazione di cristiani iracheni, rifugiati in Svezia, incontrerà stasera, a Stoccolma, il premier Nouri al-Maliki. A rivelarlo al Sir è padre Philip Najim, procuratore caldeo presso la Santa Sede e visitatore apostolico in Europa, in questi giorni proprio in missione Svezia. A guidare la delegazione cristiana sarà lo stesso mons. Najim che al Sir anticipa le richieste che saranno avanzate al capo del Governo dell’Iraq: "al premier ribadiremo, innanzitutto, l’impegno della Chiesa cattolica a favore della crescita, della stabilità e della riconciliazione nel Paese. Ma è necessario che i cristiani vengano garantiti nei loro diritti e nella loro sicurezza". "In Iraq – aggiunge Najim riferendosi anche alla Conferenza appena conclusa – la situazione resta drammatica, nonostante i tanti sforzi compiuti. Oggi, a cinque anni dalla guerra, popolazione irachena non ha ancora acqua, energia elettrica, infrastrutture, lavoro. Ben venga allora l’aiuto della comunità internazionale ma anche l’Iraq deve aumentare i suoi sforzi. Il nostro è un Paese ricco di risorse come il petrolio. E’ urgente che i proventi che derivano dalla sua vendita ricadano beneficamente su tutta la popolazione, servono investimenti che diano ragione dell’utilizzo di questi proventi". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy